Concorso “Sostenibilità” (progetto Vocabolario della Democrazia) Anno 2014-2015

 
Con il patrocinio di

logo

 


Concorso “Sostenibilità”
(progetto Vocabolario della Democrazia)
Anno 2014-2015

 
L’Associazione Città Costituzione, a conclusione del progetto “Vocabolario della Democrazia” per l’anno 2014-2015, premierà i migliori elaborati presentati individualmente o come classe dagli studenti che hanno partecipato al progetto.
MODALITÀ 1: SAGGIO BREVE
L’associazione assegna un premio allo studente che presenterà il miglior elaborato scritto nella forma del saggio breve avente ad oggetto il tema dei beni comuni, secondo una delle seguenti tracce:

TRACCIA A:Premesso un inquadramento generale della questione dei beni comuni, il candidato si concentri sul tema dell’acqua come bene comune, illustrando i possibili modelli di gestione del servizio idrico e spiegando quale fra essi ritiene preferibile e per quali ragioni“.

TRACCIA B: “Partendo da un inquadramento generale della questione dei beni comuni, il candidato spieghi le ragioni per cui internet può o non può essere considerato un bene comune; illustri, inoltre, quali sono le problematiche che si presentano in relazione all’accesso e alla gestione di tale bene ed esponga le soluzioni che ritiene più adeguate al riguardo“.

Gli elaborati dovranno essere redatti individualmente in classe, anche con il supporto dei docenti di riferimento, o a casa.

E’ in ogni caso consentita la libera consultazione dei materiali esaminati nel corso del progetto e indicati nella relativa guida per il docente.
La dimensione degli scritti non dovrà superare i 15.000 caratteri, spazi inclusi. Gli scritti dovranno pervenire, entro e non oltre il 29 maggio 2015, all’indirizzo mail: vocdemocrazia@cittacostituzione.org o, alternativamente, ai coordinatori scuola di Vocabolario della Democrazia.
Il vincitore riceverà una carta regalo spendibile nelle librerie Feltrinelli, insieme a una copia della Costituzione.

MODALITÀ 2: ELABORAZIONE DI UN MODELLO DI GESTIONE DEL BENE COMUNE “ACQUA”
L’associazione assegna un premio alla classe che avrà presentato la migliore proposta di modello di gestione del bene comune “acqua”. La proposta dovrà essere redatta avendo come territorio di riferimento il Comune di Milano.
Gli elaborati potranno essere redatti in classe, anche con il supporto dei docenti di riferimento, o a casa.
E’ in ogni caso consentita la libera consultazione dei materiali esaminati nel corso del progetto e indicati nella relativa guida per il docente. Ai fini della stesura della proposta è consigliato il previo svolgimento di una ricerca sui modelli di gestione che vengono praticati a livello nazionale, europeo e globale.
L’elaborato dovrà essere presentato tramite documento PowerPoint, entro e non oltre il 29 maggio 2015, all’indirizzo mail: vocdemocrazia@cittacostituzione.org o alternativamente ai coordinatori scuola di Vocabolario della Democrazia.

La classe vincitrice esporrà il proprio progetto al Padiglione Italia organizzato per Expo il 16 giugno dalle ore 12.30 alle ore 14. L’elaborato premiato verrà inoltre pubblicato sul sito dell’Associazione Città Costituzione.

MODALITÀ 3: RICERCA DEL MIGLIOR MODELLO DI GESTIONE PRATICATO DEL BENE COMUNE “ACQUA”
L’associazione premierà la classe che presenterà la migliore ricerca dei migliori modelli di gestioni del bene comune Acqua praticati a livello nazionale, europeo o globale.
La classe dovrà descrivere i modelli di gestione individuati, indicare quello che ritiene essere il miglior modello e spiegare le motivazione della scelta.
Gli elaborati potranno essere redatti in classe, anche con il supporto dei docenti di riferimento, o a casa.
E’ in ogni caso consentita la libera consultazione dei materiali esaminati nel corso del progetto e indicati nella relativa guida per il docente.
La dimensione degli scritti dovrà essere compresa tra un minimo di 10.000 e un massimo di 25.000 caratteri, spazi inclusi.

Gli elaborati dovranno pervenire, entro e non oltre il 29 maggio 2015, all’indirizzo mail: vocdemocrazia@cittacostituzione.org o alternativamente ai coordinatori scuola di Vocabolario della Democrazia.
***
Il Consiglio Direttivo dell’Associazione provvederà a nominare una Commissione giudicatrice composta da esperti di Diritto costituzionale, che esaminerà i progetti e gli elaborati che perverranno, selezionando i migliori.

Valerio Onida
Il Presidente