Coordinatori progetti

  • Nato a Milano nel 1993, iscritto al corso di laurea magistrale in Giurisprudenza presso l’Università Statale di Milano.
    Si è diplomato al liceo scientifico Vittorio Veneto di Milano
    Appassionato di filosofia e politica, con particolare attenzione ai temi internazionali, desidera lavorare per avvicinare le giovani generazioni alla partecipazione alla vita locale e nazionale.
    È socio fondatore dell’associazione Umberto Ambrosoli – Ri.generazione

    Vocabolario della Democrazia
    Vocabolario della Democrazia promuove, fra gli studenti delle scuole secondarie, un percorso che prende avvio dalle parole-chiave della Democrazia per approfondire criticamente temi del pensiero costituzionalistico e comportamento delle Istituzioni con la finalità di suscitare interesse e responsabilità delle giovani generazioni per le scelte politiche che condizionano la qualità della vita pubblica di oggi e di domani.
    Le parole non rimangono infatti solo parole ma si traducono in modo di pensare ed agire e la loro conoscenza è la prima difesa contro qualsiasi pericolo di impoverimento della pratica democratica giacchè questi spesso si realizza proprio attraverso la manipolazione e la semplificazione del linguaggio.
    Con Vocabolario della Democrazia ci si muove quindi da parole chiave per comprenderne il significato e per far conoscere i contenuti della Costituzione che sono anzitutto storia del nostro Paese ma anche idee-forza , i processi volti a tradurre nella realtà i valori essenziali che fondano la convivenza civile.
    È guidato da professori e ricercatori universitari di diritto costituzionale con la collaborazione di almeno un docente di riferimento per classe.
    Vai al progetto: Vocabolario della Democrazia

  • La dottoressa Alessia Valentino è nata nel 1987.

    Nel 2012 si è laureata in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Milano discutendo una tesi in Giustizia costituzionale sovranazionale dal titolo “I rapporti tra Corte Costituzionale italiana e Corti europee: la crisi del «dialogo»?” ove ha analizzato la prospettiva della protezione dei diritti fondamentali confrontando la giurisprudenza della Corte costituzionale, della Corte europea dei diritti dell’Uomo e della Corte di Giustizia dell’Unione Europea.
    Dal 2012 è dottoranda di ricerca in Diritto Costituzionale presso la Scuola di dottorato in Scienze giuridiche dell’Università degli Studi di Milano ove è impegnata nella realizzazione di un progetto di ricerca in merito agli effetti negli ordinamenti degli Stati membri del Consiglio d’Europa delle sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo.
    Collabora con le cattedre di Giustizia costituzionale sovranazionale e Diritto regionale della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Milano svolgendo attività seminariale, di tutorato e partecipando alle commissioni per gli esami di profitto nell’ambito di tali corsi.
    Dal gennaio all’aprile 2014 ha svolto uno stage presso lo studio legale Mascia Law Firm di Strasburgo che si occupa della redazione di ricorsi per la Corte europea dei diritti dell’Uomo.

    Dall’aprile 2012 svolge la pratica forense occupandosi prevalentemente di diritto civile.

    Dal 2006 è volontaria presso la Croce Bianca.

    Nell’ambito dell’associazione Città Costituzione, è membro del Comitato esecutivo in qualità di coordinatore del progetto “Associazioni in rete” e collabora al progetto “Il Vocabolario della democrazia”.
    Vai al progetto: Associazioni in rete

  • Nata nel 1988, ha conseguito la laurea in Giurisprudenza nel 2012 presso l’Università degli Studi di Milano, discutendo una tesi in Giustizia costituzionale sovranazionale, dal titolo “La giurisprudenza della Corte di Strasburgo nelle pronunce della Corte costituzionale: analisi ragionata”, relatore Prof.ssa Barbara Randazzo.
    È dottoranda in Giustizia costituzionale e diritti fondamentali presso l’Università degli Studi di Pisa e Cultore della materia in Diritto costituzionale presso la facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano, ove collabora con le cattedre di Giustizia costituzionale sovranazionale e Diritto regionale, svolgendo attività seminariale, di tutorato, di esaminatore e di correlatore di tesi.
    Nel 2013 ha frequentato il corso di perfezionamento in “Il contenzioso dinanzi alle Corti europee: la Corte europea dei diritti dell’uomo” presso l’Università degli Studi di Milano, coordinato dalla Prof.ssa Barbara Randazzo.
    Da novembre 2012 è praticante avvocato in Milano, prima presso l’Avvocatura dello Stato e attualmente presso lo Studio legale Onida Randazzo e Associati.
    Nell’ambito dell’associazione Città Costituzione, è membro del Comitato esecutivo in qualità di coordinatore del progetto “Cittadini in comune” e collabora al progetto “Il Vocabolario della democrazia”.

    Progetto “Cittadini in Comune”

    Il progetto “Cittadini in Comune” ha come obbiettivo quello di monitorare la corretta applicazione ed il rispetto da parte del Consiglio comunale del Regolamento nomine (“Regolamento sugli indirizzi e le procedure per la nomina, la designazione e la revoca dei rappresentanti del comune presso enti, aziende, istituzioni e società partecipate”), redatto su proposta e con la collaborazione della nostra Associazione e approvato dal Consiglio comunale il 29 marzo 2012.
    Vai al progetto: Cittadini in comune

  • E’ ricercatrice di Diritto costituzionale all’Università di Verona.

    Le sue aree di ricerca riguardano principalmente la giustizia costituzionale e i diritti fondamentali.
    Vai al progetto: Forum